Luglio 2020: San Marino '44

  

   

                     

 

 

 

 

 

 

 

 

PROVA SUL CAMPO

Prova sul campo rappresenta "la voce" dei soci A.S.G.S. in merito a vecchie e nuove simulazioni che il mercato dei board-wargames offre. Una serie di pagine dove poter trovare piccole recensioni e/o resoconti di partite sui board-wargames che vengono giocati dal gruppo.  Siamo sempre alla ricerca anche di collaboratori; se volete inviare articoli su giochi che amate e conoscete, contattate l'Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

A partire dal gennaio 2018 si pubblicheranno 2 titpi di recensione sul Mensile: PLAYTEST  EFFETTIVO e POTENZIALE DINAMICO

Il PE è una recensione basata su partite giocate; sarà quindi approfondita e potrà avvalersi di valutazioni anche da parte di altri giocatori/collboratori.

Il PD è una recensione basata sulla "percezione del potenziale dinamico" del gioco. Piazzamento di mappe e pedine, verifca dell'ambientazione e ricostruzione storica, lettura delle regole; in pratica si "legge il gioco" invece che giocarlo. E' l'approccio tipico del collezionista di board-wargame..............

 

GiCi58

 

 

 

 

 

 



   PLAYTEST  EFFETTIVO

 

 TS

 

   

Da Wikipedia:

Operazione Olive (Operation Olive, it. "Oliva") è il nome in codice del piano di attacco a tenaglia alla Linea Gotica ideato dallo stato maggiore del generale Harold Alexander, comandante in capo delle forze armate alleate durante la campagna d'Italia nel corso della seconda guerra mondiale. L'offensiva, nota in Italia come battaglia della Linea Gotica o battaglia degli Appennini, fu caratterizzata da una lunga serie di aspri e sanguinosi combattimenti durati quasi due mesi ed è stata indicata come la "più grande battaglia di mezzi mai combattuta in Italia"[2]L'obiettivo strategico era quello di sfondare la Linea Gotica, il sistema fortificato creato dai tedeschi lungo l'Appennino tra Apuania e Rimini come ultimo baluardo per impedire l'avanzata degli Alleati in Nord Italia, e conquistare rapidamente l'intera Pianura padana entro la fine del 1944.

Nonostante la netta superiorità di uomini e mezzi alleati e il riuscito superamento delle linee fortificate, il piano ebbe solo parzialmente successo a causa sia della strenua ed efficace difesa attuata dall'esercito tedesco del feldmaresciallo Albert Kesselring sia delle intense piogge che rallentarono l'avanzata dei mezzi meccanici, per cui le forze alleate furono costrette a sospendere le operazioni alla fine del mese di ottobre 1944, attestandosi su un nuovo fronte ai margini dalla Pianura padana fino alla primavera del 1945.

Continua...............

 

 

I materiali di gioco 

La scatola

Molto bella l'immagine di copertina, con un bombardiere alleato che vola sopra le torri di San Marino! ll riferimento è al bombardamento del 26 giugno di quell'anno, precedente al periodo trattato da SM'44. Sul retro, alcune informazioni generiche e immagini della mappa e di altri titoli della serei denominata sistema WB95. Molto efficace la chiusura calamitata della scatola.

 

Mappa

Le grafiche di TS sono sempre state accattivanti e SM44 non delude, anzi, direi che a livello geografico/ludico è veramente "allo stato dell'arte". Qualche errore nei nomi di piccole città, ma sono perdonabili.Il territorio raffigurato comprende parte della penisola italiana sul versante del Mar Adriatico, da Cattolica a Rimini sulla costa e oltre San Marino verso l'interno. Sono raffigurate le due linee difensive parte della famosa "Linea Gotica" che andava dalla Romagna alla Toscana: la Linea Verde e la Linea Gialla. Quest'ultima correva da Rimini fin dentro i confini del Monte Titano, cioè San Marino, vedi anche note storiche. I due fiumi principali, il Conca e il Marecchia, che influenzarono anche alcune battaglie, sono evidenziati con un bel colore azzurro. Tutta la zona collinare e la pianura lungo la costa sono ben raffigurati. Non mancano le tabelle; quella dei combattimenti è molto chiara, mentre lo sono meno le restanti tre, dedicate a fuoco di artiglieria, attacco dei bombardieri, attacco ad obiettivi. Sarebbero state più utili se "girate" verso la mappa e non verso l'esterno.

 101495427 3235824379782643 3636306057971630080 n

Pedine e counters

Molto belle, con immagini e valori chiari. Di notevole spessore, tanto da permettere anche una gestione manuale senza le classiche pinzette. Siamo al top.

 

Regolamento

L'unico libretto presenta regole, scenari e le tabelle. Il libretto è in lingua polacca ma è possibile trovare la traduzione del sistema standard WB95 sul sito TS. Per alcuni necessari chiarimenti, vedi sotto Q&A, a colloquio con l'autore e mio file con errata.

 

Impressioni di gioco

Il sistema WB95 della TS è un classico IgoYgo con varie fasi di gioco che comprendono attacchi aerei e di artiglieria seguiti da movimento e combattimento. Termina il turno la fase dei rifornimenti.

Le ZOC sono del tipo "semirigido"; in pratica ci si deve fermare quando adiacenti al nemico ma poi è possibile muovere al di fuori delle stesse abbastanza facilmente.

Il WB95 presenta alcune interessanti idee:

- La tabella degli combattimenti fra unità terrestri è molto articolata e con vari differenti risultati; è chiaro lo studio dell'autore in riferimento ai posibili risultati di 2d6. Se il difensore o l'attaccante subiscono perdite e devono ritirarsi è necessario anche controllare se le unità si disorganizzano (sono forniti vari valori di disorganizzazione secondo la nazionalità).

- Dopo la ritirata è possibile inseguire il nemico seguendo la linea di esagoni del fuggitivo; anche il difensore, se l'attaccante subisce un risultato di ritirata, può inseguire!

- Interessante la regola sulla fog of war.

- artiglierie ed aerei possono svolgere varie missioni; in questo caso ho notato un pò di confusione nei termini utilizzati per definire i modificatori dei terreni. Il sistema generale prevede uno spostamento di colonna a favore o a svantaggio ma per le artiglierie sembra indicare, al contrario, sottrazzione al volume di fuoco. Gli aerei possono svolgere missioni di attacco aereo e bombardamento ma poi le tabelle sono definite "Attacchi aerei" e "Attacco a bersagli fissi". Vedi sotto, chiarimenti dell'autore........................

 

 A livello di strategia di gioco, la tipologia dei terreni incide notevolmente sullo sviluppo della partita e questo è sufficientemente realistico pensando alla campagna in Italia. Il fronte tedesco ha l'ala sinistra (linea costiera Adriatica) chiaramente più esposta e qui, come in realtà avvenne, sono schierate le divisioni migliori. Inoltrandosi verso l'interno le colline, i fiumi e le fortificazioni influiscono parechio nei movimenti e nei combattimenti. I due fiumi principali, il Marecchia e il Conca, possono essere attraversati solo sui ponti da unità corazzate quindi si dovrà tenere conto di questo per i piani alleati.

Molto importanti le linee di rifornimento, che devono essere collegate al lato sud per gli Alleati e nord per l'Asse. Le strade sono fondamentali e in molti casi avrete unità fuori rifornimento, specie l'Alleato!

I 9-10 PV (vedi punteggi modificati nel mio file!) minimi necessari ad ottenere una vittoria Alleata obbligano alla conquista di tutti i villaggi che valgono 1 punto ed almeno 2 che ne valgono 2. L'attacco principale sarà portato sulla costa atto a creare una falla nella difesa tedesca e dilagare nella pianura, verso Bologna. I confini della Repubblica di San Marino saranno protagonisti solo in parte, probabilmente, specie nella parte "Faetano - Serravalle"; in ogni caso 4 PV possono essere conquistati in queste zone, quindi lo scenario permette varie opzioni. 

Dopo i necessari chiarimenti ad alcune regole, vedi sotto, il sistema fila liscio e diventa piacevole; media complessità, poche pedine, ecc. Ho espresso alcuni dubbi sugli effetti cumulativi di fiumi, terreni e fortificazioni ma l'autore conferma le sue scelte che dobbiamo rispettare..................

 

Conclusioni

Premessa: ho collaborato al progetto UNICAMENTE con invio di mappe geografiche, foto ed elenco di possibili fonti; non ho effettuato alcun playtest prima della pubblicazione. Questo per chiarire quanto corretto e riconoscere alla TS il merito della pubblicazione. Come già evidenziato, la mappa presenta qualche errore geografico, ma credo non incida molto sullo sviluppo del gioco stesso. Le regole presentano, allo stesso modo, varie inesattezze o piccole sviste; in accordo con la TS ho preparato una versione in lingua italiana che tiene conto delle piccole errata necessarie. Vedi sotto, pdf.

In ogni caso, non posso che consigliare questa scatola, e per vari motivi:

- battaglia poco trattata a livello boardwargame; SM44 sarà occasione per molti di cercare testi sull'argomento inquadrato nella più famosa battaglia della Gotica;

- sistema di gioco non molto complesso e piacevole; riuscirete a giocare varie partite in tempi ragionevoli;

- alcune battaglie furono combattute entro 5/10 km da casa mia; invito tutti coloro interessati al periodo a proporre un tour nelle zone, magari in occasione di una SMGC, www.sanmarinogame.com ! 

 IMG 5151

 Partita nella mia war room

 

 


 

Q&A, con  Wojciech Zalewski  

SM44 ha chiaramente un regolamento in lingua polacca; on-line è posibile scaricare la traduzione in lingua inglese e italiana (!) ma provando il gioco mi sono accorto di alcune incongruenze fra la traduzione delle regole standard del sistema WB95 e quello che si riesce a capire dalla struttura e dalle immagine del libretto in polaco. Mi sono sentito con l'amico Wojciech e abbiamo pensato a queste Q&A.

 

GC1: the air missions are different and it is not clear which table to use:
- offensive support and defensive support, ok!
- air attack: air attack table, ok

- objective destruction; what table? Bombing? and the Attack against Fixed Targets table? how do you use it?

WZ: the table is  "Attack on object"

 

GC2: artillery attacks must subtract the terrain modifier. From what? from artillery points? because in other cases columns are lost in the fight table.

WZ, Example: 1. Attacker have 14 SP in artillery; 2. Defence unit is in hill (+1); 3. For artillery attack is double terrain (1+1=2); 4 if unit is in hills (+1) and village (+1)

 

 GC3: are there bridges in SM44? It seems like no .....

Rule 3.0 does not deal with them; the land table treats them x major rivers.
But if on the examples of the land, see images of the same, they do not exist.

Practically:
- the bridges are not treated with terrain
- the bridges are then mentioned in the combat table
- they appear in 8.2 as an objective but no image clarifies where they are!

WZ: Bridges are object not terrain. If You fight by bridge You fight by river. If you go through by road you go by bridge as a road

 

 GC4: the HQ seems to give 1 to the die roll. but in the rule we speak of CM, the modifier that moves the columns on the combat table. how does it work?

WZ: HQ gives modificator for own fight +1 (right for attack, left do defence)

 

GC5: The combat table printed on the map and in the version of the standard regulation in Polish and English there are results with the letter B, while the notes under the table presented the letter D. How should it be understood? B = retreat and D = disorganization?

WZ: YES - B = retreat and D = disorganization  but Defender is D in English version (under table)

 

GC6: he disorganization table presents various classes of units. The pawns, what do they represent? In addition, the Polish version of SM44 has a different Disorganization table.

WZ: English version is universal for system. For every games I add special table for each game if something change.

 

GC7: The soil effects table presents:

- fortifications + 2CM,
- major rivers, attacking SP halved
- the rule on permanent fortifications says attacker halved SP and + 3CM.

 Aren't they excessive modifiers for attacks that are cumulative such as halved SP, + 3CM and maybe even larger rivers and hills?

Ex: hex 3417 attacked by 3517. The attacker's values ​​would be halved 2 times (fortification and river) and the CM would be 3 (fortification) + 1 (hill) !!

WZ: Yellow hexes +1, in any village, town +2; fortification lines: 1/2 attacking units and +3 for defender. 

 

Example: 13 SP attacking it is 7 SP; rivers +2 for defender, small rivers +1

Aren't they excessive modifiers for attacks that are cumulative such as halved SP, + 3CM and maybe even larger rivers and hills?

YES 

Ex: hex 3417 attacked by 3517. The attacker's values would be halved 2 times

yes 

(fortification and river) and the CM would be 3 (fortification) + 1 (hill) !!

yes 

 

Bhè, .... che dire? Spero che i possessori del titolo possano trovare utili tali chiarimenti. Ogni autore è responsabile, oltre che geloso......., dei propri progetti.

GC

Per concludere, qui potete scaricare il regolamento in italiano con le errata concordate con la TS e un mio scenario dedicato alla battaglia della "Linea Gialla"!


 

 LIBRO DEL MESE

 

 

Dalla peste di Atene alla grande influenza spagnola: come la diffusione delle pestilenze ha determinato l’esito dei conflitti e i destini delle civiltà

Due grandi piaghe, epidemie e guerre, hanno afflitto l’umanità fin dall’alba dei tempi, provocandone spesso una terza, la carestia. Ancora più devastanti si sono rivelate quando si sono presentate in contemporanea, in alcuni momenti nodali della storia che hanno finito per determinare il destino di una civiltà. Un conflitto di ampie proporzioni, infatti, ha talvolta favorito la diffusione dell’epidemia, e quest’ultima, a sua volta, ha determinato lo sviluppo e l’esito della guerra, in un’interazione letale che ha moltiplicato esponenzialmente gli effetti dei due eventi. Il presente volume analizza, anche attraverso le testimonianze dirette di chi li ha vissuti, sei momenti chiave della storia nell’arco di oltre due millenni, dalla peste di Atene scoppiata alla fine della Guerra del Peloponneso all’epidemia di Spagnola diffusasi sul finire della prima guerra mondiale, evidenziando le dinamiche di causa ed effetto e le concatenazioni tra le due piaghe, che si sono alimentate reciprocamente, determinando l’evoluzione in termini sociali, economici, politici, militari e psicologici delle società che hanno vissuto l’immane trauma.

Le devastanti epidemie che determinarono capovolgimenti di fronte improvvisi e rovesciarono le sorti del mondo:

«La furia del male aveva travolto ogni argine, e gli uomini, in balia di un destino ignoto, trascuravano con eguale indifferenza le leggi umane e le divine.»
Tucidide, La guerra del Peloponneso

La peste di Atene e la Guerra del Peloponneso
Nel racconto di Tucidide, il contagio che fece svanire le ambizioni imperiali di Atene

La peste antonina e le guerre di Marco Aurelio
La pandemia che favorì le invasioni barbariche

La peste e le guerre di Giustiniano
L’epidemia che frenò il tentativo di ricostituzione dell’impero romano

La peste nera e la Guerra dei cento anni
La strage che rese interminabile il più grande conflitto medievale

La peste del Seicento e la Guerra dei trent’anni
La pestilenza dei Promessi sposi che esasperò la prima grande guerra europea

La Spagnola e la prima guerra mondiale
L’ultima grande epidemia della storia prima del Covid-19



Difficile immaginare ul libro più indicato e attuale di questo! Un paio di frasi, tratte dall'introduzione:

............................

comments
ASGS - Associazione Sammarinese Giochi Storici
Created by Contatto Informatico & Graphic Design 3STUDIO