Gennaio 2011 - Labyrint

 

La dotazione completa

 

I markers

 

Una partita in corso, con markers e cubetti/cellule sulla mappa

 

 

Da Wikipedia: 

Il terrorismo è una forma di lotta politica che consiste in una successione di azioni clamorose, violente e premeditate come attentati, omicidi, stragi, sequestri, sabotaggi, ai danni di enti quali nazioni, governi, gruppi etnici o fedi religiose. Generalmente i gruppi terroristici sono organizzazioni segrete costituite da un numero ridotto di individui: a volte i terroristi si considerano l'avanguardia di un costituendo esercito, dei guerriglieri che combattono per i diritti o i privilegi di un gruppo o pro/contro i predetti enti.

Gli atti terroristici hanno per concreto scopo principale, spesso, non tanto gli effetti diretti derivanti dai danni a persone o cose, morti e feriti inclusi, quanto quello delle loro ricadute indirette. Queste sono la modifica di linea politica dei destinatari finali delle azioni o la risonanza mediatica che le stesse azioni conseguono. Si sfruttano ad esempio i mezzi di comunicazione di massa come cassa di risonanza che, amplificando e diffondendo la notizia del gesto. Scopo finale delle azioni può essere una modifica, anche radicale di uno status quo, così comeparadossalmente il suo mantenimento terroristico, richiamano attenzione, apportando eventualmente nuovi aderenti alla causa.
Questa è la sintesi, mediata, di una voce per cui non esiste una definizione universalmente condivisa, da cui origina il reiterato aforisma in inglese: One man's terrorist is another man's freedom fighter.

Per saperne di più:

http://it.wikipedia.org/wiki/Terrorismo ; http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_al_terrorismo ;http://it.wikipedia.org/wiki/Invasione_statunitense_dell%27Afghanistan ;http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_d%27Iraq ;http://it.wikipedia.org/wiki/Accordi_di_Schengen ;http://it.wikipedia.org/wiki/Arma_di_distruzione_di_massa


LABYRINTH

The war of terror, 2011 - ?

GMT

Introduzione (dal sito GMT)

Labyrinth takes 1 or 2 players inside the Islamist jihad and the global war on terror. With broad scope, ease of play, and a never-ending variety of event combinations similar to GMT's highly popular Twilight Struggle, Labyrinth portrays not only the US efforts to counter extremists' use of terrorist tactics but the wider ideological struggle--guerrilla warfare, regime change, democratization, and much more. 

From the designer who brought you the award-winning card-driven game Wilderness War, Labyrinth combines an emphasis on game play with multifaceted simulation spanning recent history and near future. In the 2-player game, one player takes the role of jihadists seeking to exploit world events and Islamic donations to spread fundamentalist rule over the Muslim world. The other player as the United States must neutralize terrorist cells while encouraging Muslim democratic reform to cut off extremism at its roots. With the game's solitaire system, a single player as the US takes on ascending levels of challenge in defeating al-Qaeda and its allies. The jihadists must operate in a hostile environment--staying below the authorities' radar while plotting terrorist attacks and building for the Muslim revolution. Will Iran's Shia mullahs help or hinder the Sunni jihadists? Will the gradual spread of Islamist rule bring final victory--or will it be a sudden strike at the United States with an Islamic weapon of mass destruction?

The United States has the full weight of its military force and diplomacy at the ready--but it can't be everywhere: will technological and material superiority be enough? US forces can invade and topple Islamist regimes, but how will the Muslim “street” react? And if quagmire results, how will the US find its way out?

Componenti del gioco

1 mappa, cartonata, bella, di grandi dimensioni. Su di essa è raffigurata l'Europa, parte dell'Afirca, il Medio Oriente e gran parte della Russia. Le varie Nazioni sono caraterizzate da specifiche icone dove si possono piazzare markers per indicarne il controllo e altre informazioni (stile Twilight Struggle). Sulla mappa si piazza tutto il materiale necessario al gioco: carte, segnalini punteggio, sequenza di gioco, ecc.

1 set di counters e pedine, in cartoncino pesante. Molto colorati, sono soprattutto markers utilissimi al gioco.

120 carte, motore di ogni carddriven, suddivise in carte "associate mussulmane", associate US, "non associate". Le carte presentano un numero, punti operazioni, che và da 1 a 3 e un evento. Gli eventi sono relativi ai recenti anni e a subito il dopo "attacco alle torri" di New York; impossibile non conoscere parecchi dei personaggi/fatti/riferimenti riprodotti. La carta n. 112 raffigura Bin Ladin, che viene definto come l'obiettivo n. 1!!

30 cubetti di legno, neri e marroni, che rappresentano rispettivamente cellule estremiste e truppe USA o alleate.

2 tabelle, veramente complete, colorate, ottime. La flow-chart è assolutamente una chicca.

4 dadi a se facce.

1 Libretto di Regole, e 1 Playbook, rispettivamente di 16 e 24 pagine. In questo caso siamo allo stato dell'arte; immagini, colore, esempi, regole chiare e non eccessivamente complesse. Il Playbook offre due splendidi "tutorial", uno per scenari con due giocatori e uno per scenario in solitario. Oltre a questo, articoli "linea guida" , note del disegnatore e una spiegazione più ampia dei vari eventi/personaggi che appaiono sulle carte.


Conclusioni:  

Con Labyrinth torna un'ambientazione storica da tempo lasciata in disparte: il periodo contemporaneo, che fino a tutti gli anni '80 era fra i preferiti di molti wargamers. Come dimenticare le simulazioni che cercvano di raffigurare un disastroso, per fortuna mai avvenuto........, scontro fra la NATO e il Patto di Varsavia? Il temo è diverso con la guerra del terrore che non ha regole, non ha fronti, dove è difficile anche individuare il nemico. L'autore Volko Ruhnke che ha già progettato CardDriven di successo, quali Wilderness War - GMT, è riuscito a proporre un'ambientazione veramente intrigante.

Piazzando il gioco per la prima volta, salta subito all'occhio la "composizione" dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo e Medio Oriente, in riferimento alle due grandi ideologie dominanti: la mussulmana e quell non mussulmana. Quasi "preoccupante", in riferimento al tema del gioco, la preponderanza dei paesi mussulmani, che quasi "assediano" i paesi occidentali! 

Studiando il regolamento ci si rende conto di due fattori importanti:

1- vengono utilizzati diversi termini specifici, quali WMD, plot, AID, Schengen, GWOT, ecc. ecc.. Suggerisco di leggere bene le regole in inglese, prima di utilizzare le traduzioni che appaiono su vari siti; possono confondere.......

2- il regolamento si compone sostanzialmente di 3 parti: la componentistica, le Operazioni US e Jihadist e la parte dedicata al gioco in solitario. In pratica le regole vere e proprie consistono nell'elenco delle varie Operazioni che ogni giocatore puà svolgere! Le regole speciali che permettono il gioco in solitario meritano una menzione particolare; in pratica il giocatore rappresenta gli USA mentre "il sistema di gioco" lo Jahdista. Una serie di flow-chart stabilisce se e come utilizzare una carta, pescata a caso, per la fazione estremista e di seguito svolgere le varie azioni. Mi sembra ottimo e forse l'autore ha aperto la strada per CardDriven anche in solitario............

Links consigliati:

La pagina della GMT: http://www.gmtgames.com/p-294-labyrinth.aspx

Le errata, immancabili:https://docs.google.com/document/d/1Fcf5gK_NBF8p4I9tMSkXHvG9iE6N7xbFF0TSK-rwL6w/edit?hl=en&authkey=CJm39-gL&pli=1#

Le recensioni: http://boardgamegeek.com/thread/599159/labyrinth-italian-review-recensione-in-italian

http://boardgamegeek.com/thread/594871/flawed-simulation-of-a-conflict-thats-difficult-to

http://thegaminggang.com/2010/12/a-war-without-end-a-review-of-labyrinth-the-war-on-terror-2001/

Un sito italiano, dedicato al gioco con una "Guida"!!!http://www.ilnottetempo.it/labyrinth/index.html

€ 53,00  GMT Games
comments
ASGS - Associazione Sammarinese Giochi Storici
Created by Contatto Informatico & Graphic Design 3STUDIO